#NationalWalkoutDay, Protesta studentesca di massa in USA contro le armi da fuoco.

Migliaia di studenti negli Stati Uniti, da Los Angeles a New York, protestano in massa contro le armi da fuoco per persuadere i legislatori a prendere maggiori provvedimenti durante il #NationalWalkoutDay.

Molti si sono riuniti sulla Pennsylvania Avenue di fronte alla Casa Bianca, per una protesta pacifica di massa a sostegno del controllo delle armi.

Gli studenti hanno cantato “Hey, hey, ho, ho. L’NRA ( la National Rifle Association, la grande lobby delle armi ) deve andare!”, “Cosa vogliamo? Gun Control! Quando lo vogliamo? Now!” e “#notonemore!”.

“Siamo qui per protestare perché sappiamo che si può fare di più a livello nazionale”, dichiara una ragazza. “Questo problema riguarda assolutamente tutti e non ci fermeremo fino a quando il cambiamento non si verificherà. È passato un mese intero e siamo ancora qui fuori a protestare”.

E’ ancora fresca, infatti, la ferita del massacro alla Marjory Stoneman Douglas High School avvenuto il 14 febbraio 2018 a Parkland, dove diciassette persone rimasero uccise. Si trattò di uno dei casi di sparatoria nelle scuole con più vittime nella storia degli Stati Uniti, superando anche la nota Columbine High School resa celebre anche dal lavoro di denuncia portato avanti dal regista Michael Moore.

In alcune scuole, gli studenti hanno ricreato simboli per ricordare la tragedia. A Cooper City High, vicino a Parkland, gli studenti hanno radunato 14 banchi vuoti e tre podi disposti in un cerchio all’esterno della scuola, in rappresentanza dei 14 studenti e dei tre membri della facoltà rimasti uccisi nella sparatoria. Gli studenti hanno poi lasciato libere 17 colombe.

In una dichiarazione diffusa mercoledì, la Casa Bianca ha segnalato che Trump è disposto a firmare una legislazione destinata a frenare la violenza scolastica, che dovrebbe passare presto alla Camera.

La Casa Bianca ha affermato che la legislazione contribuirebbe a proteggere i bambini. Ha ribadito l’intenzione di armare gli insegnanti o altro personale scolastico e stanziare fondi per fornire addestramento alle armi da fuoco, in modo da fornire agli studenti un’adeguata difesa armata.

Ma con il Senato che sta considerando altre leggi questa settimana e la prossima, qualsiasi disegno di legge sul controllo delle armi potrebbe non arrivare sulla scrivania di Trump prima di aprile.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...