Tim Berners Lee: troppo potere in mano a Google e Facebook. Bisogna regolamentare.

Tim Berners Lee, padre del web, rivela che ormai Google e Facebook hanno troppo potere nelle mani e questo può essere un’arma, serve perciò “un intervento giuridico e normativo” affinché questo primato sia regolamentato.

“Per la prima volta – dice – più della metà dell popolazione mondiale è connessa.”

I tempi sono cambiati rispetto a qualche anno fa quando il web era ricco di un’ampia selezione di siti e blog. Ora invece parliamo di poche piattaforme dominanti che invadono internet e che rischiano di trasformare il web in un’arma. Questo meccanismo permettere solo a poche società, le dominanti appunto, di controllare e gestire le idee e le opinioni che vengono condivise.

Lo stesso Tim Berners Lee è consapevole che la soluzione al problema non può nascere unicamente dalle aziende che cercano profitto, ma è tempo di intervenire normativamente e giuridicamente.

Dal momento che l’evoluzione della tecnologia è nella mani delle piattaforme dominanti, si rischia di creare delle “barriere per i concorrenti” che non avranno la possibilità di entrare in campo e giocare la propria partita, comportando quindi un regresso nel campo innovativo.

Per questo motivo “I prossimi 20 anni saranno molto meno innovativi degli ultimi 20” ribadisce l’informatico britannico.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...