“Abbiamo pagato il riscatto, ora liberatelo”. E’ morto Soffiantini, imprenditore rapito nel 97.

Morto l’imprenditore Giuseppe Soffiantini. Aveva compiuto 83 anni lo scorso sei marzo. Soffiantini nel 1997 fu vittima di un sequestro e rimase nelle mani dell’Anonima Sequestri per 237 giorni, dal 17 giugno, quando venne prelevato dalla sua casa di Manerbio, fino al 9 febbraio 1998 quando venne liberato ad Inpruneta, in provincia di Firenze dopo il pagamento del riscatto di cinque miliardi di vecchie lire.

“Abbiamo pagato il riscatto, ora, rapitori, dimostrate di essere corretti: liberatelo”, così recitava l’appello dei tre figli dell’imprenditore poche ore prima della sua liberazione.

I rapitori inviarono ad Enrico Mentana, direttore del Tg5, una lettera di Soffiantini con un lembo del suo orecchio.

Durante le tentate operazioni di recupero dell’imprenditore, precisamente il 17 ottobre 1997, fu ucciso a Riofreddo, durante un blitz fallito, Samuele Donatoni, un ispettore del Nocs che si era sostituito a un emissario della famiglia Soffianti incaricato di consegnare il riscatto. Donatoni fu premiato con la medaglia d’oro al valor civile.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...